PON Cultura e Sviluppo 2014-2020: gli esiti del Comitato di Sorveglianza

PON Cultura e Sviluppo 2014-2020: gli esiti del Comitato di Sorveglianza

Si è tenuto oggi, presso la Sala Spadolini del MiBACT, il secondo Comitato di Sorveglianza del PON Cultura e Sviluppo 2014-2020 per l’annualità 2019.

L’incontro, che ha visto la partecipazione ed il coinvolgimento dei rappresentanti istituzionali nazionali e comunitari e del partenariato economica e sociale, ha rappresentato un importante momento di confronto sullo stato di avanzamento del Programma.

L’Autorità di Gestione, Arch. Dora Di Francesco, ha dato conto dello stato di attuazione complessiva degli interventi finanziati sull’Asse 1 e Asse 2 del Programma e degli ottimi risultati raggiunti in termini di spesa certificata che, anche quest’anno, consentiranno il pieno raggiungimento degli obiettivi Target N+3.

È stato reso noto, infatti, che entro il 31/12/2019 saranno certificate spese complessive pari a € 54.825.23 rispetto al valore obiettivo 2019 (51.313.823), con un’eccedenza quindi di € 3.511.413, riutilizzabile per il conseguimento del Target N+3 2020.

Da segnalare un’altra importante notizia: Il Grande Progetto Pompei (GPP), investimento pubblico del valore complessivo di 105 milioni e che abbraccia due cicli di programmazione, 2007/2013 – 2014/2020, è praticamente giunto al termine dei suoi lavori. Sono infatti n. 24 gli interventi già conclusi a cui se ne aggiungeranno ulteriori n. 4 tra la fine del 2019 e i primi mesi del 2020. Manca quindi solo da concordare una data per la realizzazione dell’Evento di Chiusura del GPP che prevedrà la presenza dei vertici politici nazionali e comunitari e che, presumibilmente, si svolgerà non prima della primavera 2020.

Ottime notizie anche sul fronte delle imprese cultura e creative: sono n. 175 le imprese della filiera culturale e creativa ad oggi che hanno ricevuto finanziamenti grazie alla misura di incentivi Cultura Crea per un valore complessivo di agevolazioni concesse pari a 26,29 MEuro. In termini di crescita occupazionale, le unità di lavoro annue attivate dalle n. 175 domande ammesse alle agevolazioni sono pari a 684 rispetto alle 573 dell’ultima informativa dello scorso luglio. Anche questo dato conferma pertanto un significativo trend in aumento dei livelli occupazionali.

Per maggiori approfondimenti, vi invitiamo a consultare le slides di presentazione cliccando qui