Museo nazionale e Parco archeologico di Egnazia

Museo nazionale e Parco archeologico di Egnazia

Il Museo di Egnazia sorge all’esterno delle mura di cinta dell’antica Gnathia, nell’area della necropoli messapica. L’allestimento ripercorre i trenta secoli di storia dell’importante insediamento dell’età del bronzo, della città messapica e romana, sede vescovile in età tardoantica, attraverso l’eccezionale ricchezza dei reperti esposti e l’apparato illustrativo di particolare suggestione.

Il Parco archeologico di Egnazia, inserito in un piacevole contesto naturalistico-ambientale, nasce in un sito noto nel mondo antico e citato da autori greci e latini, per la sua posizione geografica privilegiata, che fu uno scalo commerciale strategico nel collegamento tra Occidente e Oriente.

Maggiori informazioni

Interventi PON

Tutela e valorizzazione dell'area archeologica demaniale e completamento dell’allestimento del Museo archeologico nazionale

Soggetto proponente
Soprintendenza Archeologica Puglia e Polo Museale della Puglia
Beneficiario
Polo Museale della Puglia
CUP
F52C16000120006
Importo in euro
5.000.000
(3.800.000 quota FESR e 1.200.000 quota FdR)

MUSAS- MUSei di Archeologia Subacquea – Tutela, valorizzazione e messa in rete del Patrimonio Archeologico Subacqueo

Soggetto proponente
Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro
Beneficiario
Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro
CUP
B12C16000080001
Importo in euro
3.250.000
(2.437.500 quota FESR e 812.500 quota FdR)
“MUSAS- MUSei di Archeologia Subacquea” è un progetto interregionale che riguarda complessivamente 6 Attrattori (due per ciascuna regione) della Calabria, Campania e Puglia. L’importo stanziato per la sua realizzazione, qui sopra riportato, si riferisce all’intero intervento e non allo specifico Attrattore.