Castello Svevo e Complesso monumentale Santa Chiara di Bari

Castello Svevo e Complesso monumentale Santa Chiara di Bari

Il Castello Svevo di Bari, storicamente attribuito a Ruggero II il Normanno, sorge nel 1131 su preesistenti strutture abitative bizantine. Tra il 1233 e il 1240, Federico II di Svevia recupera all’uso l’impianto normanno danneggiato dal duro intervento di Guglielmo il Malo che, nel 1156, si era imposto con la forza alla popolazione barese, restia ad accogliere il nuovo dominatore. Il nucleo normanno-svevo è a pianta trapezoidale, con una corte centrale e quattro alte torri angolari fortemente bugnate.

Maggiori informazioni

Il complesso della chiesa e del convento di Santa Chiara trae origine da una chiesa fatta costruire nel XIII secolo dai Cavalieri dell’Ordine Teutonico, intestata a S. Maria degli Alemanni. La denominazione attuale risale al 1492 quando la chiesa fu affidata alle monache dell’Ordine di Santa Chiara con la possibilità di costruire un monastero. Dopo diverse destinazioni d’uso, oggi l’ex Convento è stato destinato ad ospitare la sede della Soprintendenza.

Maggiori informazioni

Interventi PON

Castello svevo e Complesso di Santa Chiara

Soggetto proponente
Segretariato Regionale MIBACT Puglia
Beneficiario
Segretariato Regionale MIBACT Puglia
CUP
F98I13000070006
Importo in euro
2.513.330,74
(1.884.998,06 quota FESR e 628.332,69 quota FdR)