Museo archeologico nazionale del Melfese “Massimo Pallottino”

Museo archeologico nazionale del Melfese "Massimo Pallottino"

Il Museo, ubicato all’interno del castello federiciano di Melfi, presenta l’importante documentazione archeologica rinvenuta nel comprensorio del Vulture-Melfese. All’età arcaica risalgono i corredi funerari che hanno restituito raffinate ceramiche daunie a decorazione geometrica, armature in bronzo, preziosi ornamenti in argento, oro e ambra nonché vasi in bronzo di produzione sia greca che etrusca.

Maggiori informazioni

Interventi PON

Restauro e consolidamento del Castello federiciano di Melfi, ampliamento del Museo archeologico nazionale e del percorso di visita

Soggetto proponente
Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio Basilicata
Beneficiario
Segretariato Regionale MiBACT Basilicata
CUP
F62C16000180006
Importo in euro
3.140.360
(2.355.270 quota FESR e 785.090 quota FdR)
Descrizione intervento
L’obiettivo dell’intervento è di migliorare la fruizione del museo archeologico, razionalizzando la superficie espositiva con l’utilizzo di ulteriori ambienti all’interno delle torri e di ampliare il percoso di visita del castello rendendo accessibili i cortili chiusi per motivi di sicurezza. I lavori prevedono interventi di consolidamento della cortina muraria esterna, di alcune pareti interne e delle torri recupero e sistemazione dei cortili interni. Sono previsti altresì interventi per la realizzazione di sistemi multimediali che illustrano la storia del castello e realizzazione di nuovi iteinerari di visita reali e virtuali.

Futuro Remoto Matera-Basilicata 2019. Per un sistema museale territoriale integrato tra conservazione e innovazione: la rete dei grandi attrattori nazionali del Polo Museale Lucano

Soggetto proponente
Polo Museale della Basilicata
Beneficiario
Polo Museale della Basilicata
CUP
F49D16000390006
Importo in euro
4.026.840
(3.020.130 quota FESR e 1.006.710 quota FdR)
“Futuro Remoto Matera – Basilicata 2019” è un progetto interprovinciale che riguarda 7 Attrattori della Basilicata. L’importo stanziato per la sua realizzazione, qui sopra riportato, si riferisce all’intero intervento e non allo specifico Attrattore.
Descrizione intervento
Il progetto è connesso al Piano di valorizzazione dei musei del Polo lucano e rientra nel processo di sostegno alla fruizione del patrimonio culturale e alla produzione di nuova cultura e creatività giovanile portato avanti con la Fondazione Matera-Basilicata2019 al fine incrementare il numero di visitatori degli attrattori lucani ma anche indirizzare il settore culturale e creativo locale verso la costruzione di una società “intelligente, sostenibile e inclusiva”.
Finalità del progetto è mettere in rete gli otto attrattori grazie alla realizzazione di un sistema informativo integrato funzionale che progressivamente li colleghi tutti, in un’ottica di forte complementarietà e sinergia anche grazie ad un sistema di biglietteria integrata automatizzata che permetta la gestione unitaria dei musei in rete.

Capolavori in 100 Km. Un viaggio reale e virtuale nella cultura della Basilicata per conoscere, conservare, valorizzare

Soggetto proponente
Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro
Beneficiario
Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro
CUP
B42C16000070001
Importo in euro
2.786.000
(2.289.500 quota FESR e 696.500 quota FdR)
“Capolavori in 100 Km.” è un progetto interprovinciale che riguarda tutti gli 8 Attrattori della Basilicata. L’importo stanziato per la sua realizzazione, qui sopra riportato, si riferisce all’intero intervento e non allo specifico Attrattore.
Descrizione intervento
L’intervento si propone di supportare gli organi centrali e periferici del MIBAC affinché i musei ed i “musei all’aperto” siano in condizione di poter utilizzare le Schede di Catalogazione, Conservative, Ambientali e di Movimentazione/Trasportabilità in modalità interoperativa, coinvolgendo la cittadinanza ed i turisti al censimento dei beni culturali immobili sul territorio mediante la realizzazione di apposite App. Dopo una ricognizione presso gli attrattori per individuare priorità e criticità si realizzerà un intervento pilota per la messa a punto delle attività da estendere a tutti gli attrattori e si procederà con sessioni di formazione, assistenza, divulgazione e diffusione dei prodotti.

Opere di riqualificazione e valorizzazione funzionale del Castello di Melfi

Beneficiario
Segretariato Regionale MiBACT Basilicata
CUP
F63D12002040001
Importo in euro
1.447.217,80
(1.085.413,35 quota FESR e 361.804,45 quota FdR)
Descrizione intervento
L’interveto prevede interventi conservativi e impiantistici, con l’integrazione di allestimenti espositivi e multimediali che completeranno il moderno sistema di fruizione e valorizzazione del castello e del museo archeologico. Nel dettaglio sono previsti interventi di riqualificazione e allestimento della Cisterna e dei relativi locali di accesso, della Sala del Trono, della Torre di Marcangione, della Sala delle Scuderie e della Cappella Doria. E’ inoltre prevista la realizzazione all’interno del ex Corpo di Guardia Angioino di un ambiente ad uso caffetteria e bookshop.